Rammarico per il pareggio finale, pur avendo disputato una buona partita. Questi i sentimenti esternati, in una intervista rilasciata ai canali ufficiali del suo club, dal terzino sinistro ventinovenne del Catania Giovanni Pinto.

Il ragazzo, originario di Locorotondo, a riguardo della partita di questo pomeriggio contro il Bari, terminata 1-1, ha affermato: “Sicuramente è un peccato non aver portato i tre punti a casa, soprattutto per la prestazione che abbiamo fatto nella ripresa. Loro erano molto in difficoltà sul piano fisico e li abbiamo aggrediti per tutti i secondi quarantacinque minuti. Dobbiamo guardare il lato positivo della gara, ma non siamo partiti bene. Ci siamo ripresi nel secondo tempo. Per fortuna, tra tre giorni si rigioca ed andremo a Pagani con la convinzione di poter dire la nostra. Nella prima frazione, loro coprivano bene sia le verticalizzazioni su Di Piazza, sia il nostro fraseggio a centrocampo, su Russotto. Abbiamo faticato a prendere le misure. Nella ripresa, cambiando modulo, abbiamo trovato più spazi e siamo riusciti a costruire meglio il gioco.”

Interrogato sull’errore dal dischetto in pieno recupero di Dall’Oglio, il difensore rossoazzurro ha sostenuto: “I rigori li sbaglia soltanto chi ha il coraggio di tirarli. Abbiamo la massima fiducia in Jacopo, nonostante l’errore di oggi. Con il Bari ci sono tanti punti di differenza in classifica perché abbiamo avuto troppi alti e bassi, nel nostro percorso. Dobbiamo dare il massimo nelle partite che restano, da qui alla fine. Sul piano tecnico, i due organici non sono molto differenti, abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela. Sul piano personale, non sono ancora al 100%. Ho avuto troppi intoppi fisici, ma una partita come questa è confortante. Ho retto bene tutti i 90 minuti.”

Sezione: News / Data: Dom 21 febbraio 2021 alle 21:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print