Si sono davvero sprecati gli aggettivi per la stupenda stoccata trovata da Karim Laribi nell’ultima sfida contro il Picerno. La sua rete, oltre ad aver subito sbloccato una gara importante, ha rotto anche un lungo digiuno che durava ormai da anni, sia per il classe ’91 che per il Bari.

Con lo scorso gol, il trequartista italo-tunisino ha ammesso di aver ritrovato una gioia su calcio di punizione che mancava per lui dal lontano Foggia-Viareggio, match giocatosi il 3 ottobre 2010. Circa dieci anni insomma, una distanza quasi siderale finalmente stoppata proprio dalla perla del nuovo numero dieci.

Ma anche per il Bari stesso, l’intervallo temporale dall’ultima punizione vincente non è stato affatto breve. Quella di Laribi è, infatti, la prima esultanza trovata su punizione sin dall’avvento della società dei De Laurentiis. Per ritrovare un gol realizzato da un galletto direttamente su calcio piazzato, bisogna portare indietro le lancette fino alla sfida Perugia-Bari del 16 dicembre 2017. I biancorossi espugnarono il Curi con il risultato di 1-3 e Cristian Galano, che realizzò una doppietta, fu capace di segnare da una posizione molto defilata col suo tiro mancino, che prese una traiettoria tanto strana da beffare il portiere Rosati dalla distanza.

Al San Nicola, invece, il più recente galletto ad aver estratto il coniglio dal cilindro su una palla ferma è stato Ciccio Brienza. L’ex fantasista biancorosso, entrato nel secondo tempo della gara contro il Pescara, sotto gli occhi dei propri tifosi realizzò il gol vittoria con il suo sinistro scagliato da circa trenta metri. Era il 12 novembre 2017, ben due anni e tre mesi fa.

Adesso il Bari spera di aver finalmente rintracciato il suo nuovo specialista per i calci piazzati. E Laribi, sulle orme degli importanti predecessori, vorrà certamente regalare altre giocate d’autore per rinverdire i fasti di un tempo.

Sezione: News / Data: Mar 18 Febbraio 2020 alle 19:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print