Il Bari si appresta ad affrontare la Spal nel secondo turno eliminatorio di Coppa Italia. Gli estensi, reduci dal pareggio con il Monza, non vincono in casa da più di 300 giorni. L’ultimo trionfo tra le mura amiche risale al 4 dicembre dello scorso anno, quando i biancazzurri, all’epoca guidati da Leonardo Semplici, si imposero 5-1 contro il Lecce, nella gara valida per il quarto turno della Coppa nazionale. 

La panchina ferrarese è stata affidata, a seguito della retrocessione in Serie B, a Pasquale Marino. L’ex tecnico di Vicenza ed Empoli predilige un calcio offensivo, volto a dominare il match e a cercare la porta nel più breve tempo possibile. Non è un caso che le squadre del mister marsalese segnino tanti goal in stagione. È altrettanto vero che, come quelle di Auteri, fatichino non poco a mantenere la porta inviolata, concludendo molti match in maniera rocambolesca. La Spal ha dimostrato nella prima uscita stagionale di essere alla ricerca di identità. Non è ancora evidente la mano del nuovo allenatore sul gioco della squadra, imbolsita e poco lucida in fase di realizzazione. 

Il mercato ha portato in Emilia gli esperti centrocampisti di Serie A Castro e D’Alessandro. Per rinforzare la difesa invece, la società ha puntato sul giovane Luca Ranieri, in prestito dalla Fiorentina, e sul serbo Nenad Tomovic. Dall’Inter è arrivato il talentuoso attaccante Sebastiano Esposito, che giocherà nel ruolo appartenuto fino a qualche stagione fa a Mirko Antenucci, che mercoledì sfiderà per la prima volta i suoi ex compagni.

SPAL (3-4-3): Thiam; Sernicola, Tomovic, Ranieri; Spaltro, Esposito, Murgia, Sala; Esposito, Jankovic, Paloschi. Allenatore: Marino.

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Mar 29 settembre 2020 alle 16:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print