Ospite in esclusiva delle pagine di TuttoBari, Giovanni Delle Vedove, agente dell’attaccante Eugenio D’Ursi, ha commentato la stagione del suo assistito, soffermandosi sui temi d’attualità in casa biancorossa. Ecco le sue parole: “Al momento quella di D’Ursi è una buona stagione, andare sette volte in rete non giocando tutte le partite sicuramente fa sì che questa sia una buona stagione. È normale che un giocatore si aspetti sempre di fare meglio però comunque non può essere definita una stagione negativa. Tutti i discorsi individuali finiscono poi nel discorso collettivo che sicuramente quest’anno non ha valorizzato i singoli calciatori perché il risultato collettivo non è stato quello che ci si aspettava inizialmente, anche se c’è sempre la possibilità di raggiungere quel traguardo attraverso i playoff, quindi è ancora tutto in piedi. Eugenio ha fatto delle ottime prestazioni, è un giocatore che numericamente può fare sicuramente meglio come ha dimostrato negli anni passati ma è sicuramente una stagione positiva”. 

Sul futuro di D’Ursi: “In questo momento il futuro prossimo è Bari, ci concentriamo per cercare di poter fare il meglio per la maglia che indossa”. 

Riguardo l’avvicendamento in panchina: “Con Carrera si è trovato bene perché il mister gli ha sempre dato tanta fiducia, l’ha fatto sempre giocare ed Eugenio l’ha ripagato con dei gol importanti. A prescindere dal rapporto che possa avere con un allenatore o con un altro è stato un grande professionista perché con entrambi i mister ha fatto delle ottime prestazioni”. 

Parole anche sulla dura contestazione della tifoseria di qualche giorno fa: “È meglio che i giocatori pensino poco a determinate cose, cercando di fare il loro lavoro al meglio. I calciatori devono fare i calciatori, non devono lasciare niente al caso, devono essere dei professionisti e avere la coscienza a posto. Eugenio è uno di questi, è una persona prima che un calciatore che fa di tutto per migliorarsi e fare le cose nella maniera migliore. Purtroppo le contestazioni ci sono sempre state, ci saranno e ci sono ma i calciatori devono guardare avanti ma anche capire che giocare in una piazza importante come Bari comporta delle responsabilità importanti che a volte possono essere pesanti. È il rovescio della medaglia. Si deve andare avanti sapendo che i tifosi fanno di tutto per spronare i calciatori ad arrivare a quel traguardo, che tra l'altro vogliono tantissimo i giocatori e la società, perché andare in Serie B con il Bari vuol dire tanto per tutti”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 29 aprile 2021 alle 22:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print