Papà Simeri a TuttoBari: "Simone l'ho inventato io. Da piccolo prendeva tutto a calci. A Bari può realizzare i suoi sogni. Con DeLa in una botte di ferro"

01.12.2018 15:00 di Andrea Dipalo  articolo letto 7274 volte
Papà Simeri a TuttoBari: "Simone l'ho inventato io. Da piccolo prendeva tutto a calci. A Bari può realizzare i suoi sogni. Con DeLa in una botte di ferro"

Ha conquistato il suo nuovo pubblico a suo di gol e ottime prestazioni. Simone Simeri è già entrato nel cuore dei tifosi biancorossi, che gli riconoscono serietà, impegno, senso di appartenenza e qualità, soprattutto balistiche. Sono cinque le reti segnate sin qui dal centravanti napoletano in campionato. Ma nessun appagamento: Simeri coltiva ambizioni e obiettivi di prestigio, da conquistare e raggiungere con la maglia del galletto.

"Indossare la maglia del Bari è motivo di orgoglio per lui ma anche per me - le parole del sig. Carmine, papà di Simone, a TuttoBari.com - Personalmente mi riempie di gioia, per storia e blasone i biancorossi sono il top.  Riguardo la sua permanenza a Bari, mi auguro che resti in Puglia il più a lungo possibile, magari anche in categorie superiori".

Una storia d'amore a tutti gli effetti quella tra Simone e il calcio: "Mi sento il suo mentore. Non per presunzione, ma Simone l'ho inventato io. Pensi che a soli 6 anni già militava nella scuola calcio dove allenavo. Prendeva a calci tutto ciò che rotolava. E se non aveva un pallone, se lo costruiva con giornali e nastro isolante. In qualità di padre, ho visto tutta la trafila di mio figlio. Lo seguo passo dopo passo, vengo a Bari due volte al mese, cercando di aiutarlo a gestire situazioni extra campo. In fondo, le sue avventure calcistiche le abbiamo sempre decise insieme".

Sogni e ambizioni: Simone corre veloce, determinato a soddisfare tutte le sue aspettative: "Sono sicuro che potrà crescere ancora molto, raggiungendo categorie ben più preziose dell'attuale serie D.  E' un ragazzo molto ambizioso oltre che riconoscente. Non ha caso riesce sempre ad instaurare ottimi rapporti tifosi e società. Il suo sogno è giocare davanti a 30-40 mila spettatori, e credo che solo Bari gli potrà regalare questa soddisfazione".

La famiglia Simeri ha radici napoletane. Come l'attuale patron dei biancorossi, Luigi De Laurentiis: "Da napoletano sono un tifosissimo del Napoli. Tempo fa, il club partenopeo era quasi come il Bari. Veniva da un fallimento e guardate dove si trova adesso. Siete in una botte di ferro, De Laurentiis è il top".