Ex difensore del Bari, Andrea Raggi - che vive attualmente a Montecarlo in attesa di nuova squadra - ha parlato a Tmw Radio della situazione legata all'emergenza Coronavirus: "Si vive come in Italia ci sono le stesse direttive. Sono partite un pochino dopo rispetto a quelle italiane anche se la gente autonomamente è rimasta in casa. Da quello che si dice ufficialmente ci sono una ventina di casi che in proporzione non sono pochi per una popolazione piccola come quella di Montecarlo. La Lombardia? Fa male vedere certe cose e sentire i dati che circolano in questo momento. Stando in casa sicuramente il virus diminuirà il suo effetto. L’Italia ha reagito bene e al momento giusto mentre gli altri stati sono arrivati un po' in ritardo e ne stanno pagando ora le conseguenze. Anche dal punto di vista calcistico, il resto d’Europa, si è fermata troppo tardi".

"Prima che scoppiasse tutto questo avevo avuto una buona offerta dalla Cina che avrei accettato - rivela Raggi poi è scoppiato il virus e non se ne è fatto niente. Ora io continuo ad allenarmi in casa e vedremo cosa succederà dopo".

Sezione: Gli ex / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 17:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print