Il 15 gennaio è la data più significativa per il Bari Calcio. Esattamente 113 anni fa, nel 1908, fu fondata la Bari Foot-Ball Club dal commerciante austriaco Floriano Ludwig insieme ai suoi amici Gustavo Kuhn e Giovanni Tiberini. L'esordio in una competizione ufficiale arrivò nel 1909 nel Girone Meridionale della Seconda Categoria mentre nel 1928 fu disputato il primo torneo in massima serie, indossando una casacca biancorossa, che divennero i colori di riferimento.

Da allora sono trascorsi tantissimi anni, giocatori e presidenti ma l'unica certezza è sempre stata la passione dei tifosi. Anche nel momento più basso, il fallimento del luglio 2018, che ha visto i galletti ripartire dai dillettanti e con una nuova proprietà, la famiglia De Laurentiis. Ad oggi il Bari conta 33 partecipazioni in Serie A, 50 in B, 10 in C e 3 tra i dilettanti. Nella bacheca oltre le 18 promozioni e i 9 campionati vinti, spicca la storica vittoria in Mitropa Cup conquistata nel 1990. 

Oggi si festeggia un compleanno molto particolare. Dallo scorso Marzo, a causa della pandemia causata dal Covid-19, non è più possibile seguire la squadra in prima linea, tra porte chiuse e la paura dei contagi. Una situazione drammatica per l'intero paese dal punto di vista socio-economico e che ha colpito anche il calcio. La speranza di tutti è che questo sia l'ultimo festeggiamento a distanza. Nei prossimi mesi la vittoria più grande per il mondo del pallone sarebbe quella di tornare a riempire gli stadi, ascoltare i cori, ammirare le coreografie e risentire quelle emozioni che mancano ormai da troppo tempo, tra i più emblematici verso il ritorno alla normalità soprattutto per i baresi, una delle piazze più calde e appassionate dell'intera penisola.

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 15 gennaio 2021 alle 12:30
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print