La gara di domani pomeriggio al 'Razza' di Vibo Valentia è la classica trappola in cui i biancorossi devono esse furbi a non cadere. L'avversario è il modesto Rende, ultimo con 10 punti in classifica. Sebbene i calabresi siano ai piedi della classifica, non hanno il peggior rendimento casalingo. In otto partite sono arrivate 2 vittorie, nelle ultime tre gare, ed un pareggio. Un dato che sottolinea come i prossimi avversari del Bari siano in ripresa.

Un dato altrettanto indicativo è il numero di reti casalinghe fatte e subite del Rende: 6 gol realizzati e 8 incassati. Una squadra, dunque, che fa molta fatica a segnare, ma che allo stesso tempo si difende molto bene. I galletti dovranno essere bravi a sfruttare le palle inattive, visto che si giocherà su un campo molto stretto. Il miglior marcatore dei calabresi è il giovanissimo centrocampista Luca Scimia con 3 marcature, tutte su tiro dalla distanza.

Il Bari dal canto suo ha il miglior rendimento esterno del Girone a pari merito con la Ternana, con 17 punti sui 24 disponibili. Quello che colpisce è il dato sulle reti subite: appena quattro, di cui due subite nell'era Cornacchini e le altre due, nella stessa gara, con l'Avellino. 

Ai numeri non ci dovrebbe essere partita, ma attenzione a non sottovalutare l'avversario. L'anno scorso in Serie D il Bari soffrì oltremodo nella gara con il Rotonda ultimo in classifica, giocata sempre in Calabria. Alla fine vinse 2-1, ma servì l'eurogol di capitan Di Cesare per portare a casa il risultato. La lezione sarà servita? 

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 30 Novembre 2019 alle 23:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print