Sedici volti nuovi. Il mercato biancorosso è stato fin qui strabordante. Un'estate vissuta a tutto gas fin dalle prime battute e che da qualche giorno vive un momento di riposo. Naturale, a giudicare dalla rosa già numericamente completa. Il Bari, in alcune zone del campo, gode persino di più di due alternative per ruolo.

Un lusso che potrebbe non fermare comunque l'operatività di una società abituata a non lasciare nulla al caso. Cosa aspettarsi negli ultimi quindici del mese più gli altri due di settembre che decreteranno la fine delle contrattazioni? Non sono escluse affatto sorprese. Specie in entrata. Se in uscita lo scenario verosimile ha già individuato i profili dei possibili partenti, in entrata il Bari potrebbe azzannare colpi assolutamente inediti e last minute.

Cascione, Feola e Bolzoni, oltre al caso Simeri, che è comunque più orientato oggi a tinte biancorosse. Il mini-carnet del mercato in uscita contiene quattro nomi e non altri. Il terzino, prelevato nelle scorse settimane, potrebbe anche essere dirottato altrove. E' chiuso da Costa, potrebbe avere necessità di giocare per rinforzarsi e riproporsi. Arriverebbe allora un nuovo terzino mancino, consapevole del ruolo da riserva, magari più navigato e pronto nelle dinamiche di gruppo.

Sono nettamente più formati i centrocampisti Feola e Bolzoni. Su quest'ultimo i rumor hanno assunto peso prepotentemente: non è incedibile, non è più centrale, e lui stesso si guarda attorno. Palermo (l'unico club ad aver manifestato interesse ad oggi) o meno, la sensazione è che le visioni col Bari siano differenti. E la partenza è un argomento assolutamente centrale e da monitorare da qui alla fine. Potrebbe essere di troppo anche Feola: il Bari ha iniziato la sua stagione ufficiale con un 4-2-3-1 che toglie un posto ai centrocampisti puri. In panchina, domenica scorsa, figuravano fra le alternative già Folorunsho e Schiavone, forse davvero troppa concorrenza, e ad oggi anche sull'ex Trapani non si può escludere nulla. Il discorso s'intreccia pure col mercato in entrata: la sensazione è che proprio a centrocampo il Bari potrebbe fornire l'ultimo regalo vero di una campagna extra-large. Un profilo indubbiamente di grido per la categoria, che aggiunga ancora più qualità al Bari. Un elastico da 4-2-3-1, capace di inserirsi con dinamismo fra le linee? Certo è che il suo arrivo non potrebbe che aprire le porte d'uscita a qualcun altro.

In attacco tutto ok: il Bari già vola. Tante alternative: tre punte centrali, cinque esterne (oltre che eclettiche, e potenzialmente utili pure in appoggio centrale alla punta). Simeri lotta per restare, le risposte sono positive. Salvo colpi di scena, dopo giorni di dubbi e indiscrezioni, tratterrà con incrollabile fame la sua maglia biancorossa.

Sezione: Copertina / Data: Gio 15 Agosto 2019 alle 13:00
Autore: Davide Giangaspero
Vedi letture
Print