L’ex portiere di Bari e Bisceglie Claudio Bigica, intervistato in esclusiva ai nostri microfoni, ha tracciato un bilancio dell’anno che sta per finire, soffermandosi anche sugli obiettivi da raggiungere dai galletti nel 2021. Ecco le sue parole: “Il 2020 ci ha visto finire la stagione con tanti pareggi, riuscendo a raggiungere comunque la finale playoff, sbagliando l’approccio per poter poi finire la cavalcata nel migliore dei modi e poter approdare nella serie cadetta che tanto vogliamo in città. La stagione attuale è iniziata molto bene considerando il cambio del mister e tanti elementi nuovi. Il Bari deve fare purtroppo i conti con una Ternana che ha inanellato 11 vittorie consecutive, un record per la categoria, e che sta facendo cose straordinarie ma che alla lunga potrebbe perdere qualcosa per strada e a quel punto noi dovremmo approfittarne”.

Sull’arrivo di Auteri: “Io avrei continuato con Vivarini, avrebbe potuto dare contitnuità ad un lavoro iniziato l’anno precedente. Sono comunque convinto che Auteri sia un grande allenatore, ci sta facendo vedere belle e cose e col tempo continuerà a stupirci. E chissà, magari riuscirà a portarci anche in Serie B”.

Riguardo il suo calciatore preferito: “Il mio pupillo è Antenucci, è un giocatore che con una giocata può risolvere la partita. Mi piace molto anche Marras, in campo ha fatto vedere belle cose”.

Sul mercato: “I migliori rinforzi bisogna cercarli all’interno. Il direttore sportivo Romairone farà le cose nel migliore dei modi. Bisogna prendere giocatori congeniali alle idee del mister in modo da permettere ad Auteri di mettere in pratica il suo credo di gioco”.

Riguardo i propositi per il 2021: “Mi auguro di vedere una squadra che possa approcciarsi meglio alla categoria perché abbiamo molti giocatori di livello superiore. La difficoltà della Serie C È proprio l’immedesimarsi nella categoria. Mi aspetto di vedere una squadra che sappia vestire i panni di una provinciale e riesca ad approcciare meglio . In C sono sempre partite dure, dove l’aspetto agonistico la fa da padrone in alcuni momenti. Mi auguro che la squadra riesca ad assimilare al meglio le idee del proprio allenatore perchè sono certo che solo in questa maniera possa crescere a livello individuale e di squadra”.

Infine un pensiero rivolto ai tifosi biancorossi: “Auguro a tutti i tifosi di trovare serenità personale e di realizzare i miei, i nostri, sogni sportivi. Mi auguro che il Bari possa arrivare al più presto nei palcoscenici che merita e a cui è abituato”.

Sezione: Esclusive / Data: Mer 30 dicembre 2020 alle 17:15
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print