Intervistato in esclusiva ai nostri microfoni, l’ex centrocampista di Bari e Avellino Carlo Perrone ha parlato dell’attuale momento dei galletti e di Massimo Carrera, suo compagno di squadra in maglia biancorossa. Ecco le sue parole: “Massimo è una persona che ha molto da dare e sa farsi ascoltare. Mi sta piacendo questo Bari, dal punto di vista dell’attaccamento alla maglia e dell’intensità si è capito che c’è stata una volta. Anche sul piano tecnico e tattico le cose sono cambiate, grazie all’esperienza di Massimo che sta dando un’impronta tangibile alla squadra”.

Prosegue Perrone: “Il gruppo sta rispondendo bene, hanno portato a casa la partita in dieci uomini, c’è stato palesemente un grosso lavoro sul piano della credibilità e della consapevolezza della propria forza. Adesso spero che i guai siano passati, il Bari ha avuto molti infortuni per cui dovrà recuperare molti giocatori. Il secondo posto è alla portata dei biancorossi, la Ternana purtroppo ha preso il volo ma per la seconda piazza i galletti sono i favoriti”.

Su Cianci: “Pietro è in una big, una squadra che deve tornare al più presto nelle categorie le competono. Un ragazzo di Barivecchia come lui lo sente il peso di questa maglia. L’impatto in Puglia è stato eccellente, spero che continui così, ha i colpi del grande giocatore, la punizione che ha calciato non ha niente da invidiare a quelle dei migliori specialisti della Serie A per qualità del tiro e potenza. Gli auguro di ottenere nella sua città grandi risultati”.

Riguardo Antenucci: “Mirko è il mio preferito, è un giocatore che oltre ad avere grandi qualità tecniche dà tutto in campo, è riuscito subito a entrare nei cuori dei baresi. È un bomber di razza nonché una persona molto umile”.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 01 marzo 2021 alle 20:30
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print