Ligi: "Entusiasta della nuova sfida. Le differenze con Ceppitelli..."

08.08.2014 19:15 di Gianluca Lippolis  articolo letto 3195 volte
Alessandro Ligi
Alessandro Ligi

E’ nato a Sassocorvaro, un paesino di 3500 anime in provincia di Pesaro e Urbino. Alessandro Ligi ha mosso i suoi primi passi da calciatore nel Real Altofoglia, per poi passare in vari settori giovanili: Cesena, Vis Pesaro e San Marino. Questa la società che gli ha consentito di esordire tra i professionisti e far sì che fosse notato dal Crotone. In Calabria, l’affermazione definitiva: “A Crotone ho trascorso tre anni positivi è una società attenta ai giovani che mi ha permesso di maturare sotto il profilo personale e calcistico. Devo dire grazie anche a loro se ora posso vivere questo nuovo capitolo della mia vita”.

E questo capitolo inizia a Bari, in maglia biancorossa: “È un nuovo percorso che inizia. Sono stato subito contento ed entusiasta della scelta fatta e dell’opportunità di arrivare in una grande piazza come questa. Mi sto trovando molto bene sia con il mister che con i compagni di squadra che non conoscevo personalmente. Un bel gruppo in cui mi sono facilmente integrato e dove si lavora molto bene”. Il giocatore marchigiano è sbarcato in Puglia dopo gli addii di tre dei centrali difensivi che hanno portato il biancorosso vicinissimo alla Serie A: “Chiaramente quando una squadra fa un ottimo campionato, come ha fatto il Bari, è sempre difficile prendere il posto di qualcun altro. Cercherò comunque di dare il massimo per questa maglia, per i miei compagni e per il tecnico. Ma la prima cosa sarà quella di conquistarsi un posto da titolare. Siamo in diversi a giocare il quella parte del campo, oltretutto qualcun altro potrebbe arrivare”. Fisicamente Ligi assomiglia molto a Ceppitelli, passato a giugno al Parma. Il nuovo arrivato, tuttavia, preferisce il piede mancino e, soprattutto: “Devo migliorare sulle palle inattive non sono un goleador come lui ma sono molto bravo sulle palle aeree in fase difensiva e altrettanto con i piedi in fase di costruzione. Sono anche abbastanza veloce”.

La conclusione, come riportato da fcbari1908.club, è dedicata ai primi impegni in campionato. Il sorteggio ha decretato che il Bari esordirà a Chiavari, contro l’Entella, poi Perugia, Frosinone e Livorno: “Presto per fare commenti sulle squadre da qui alla fine del mercato molte cose potranno ancora cambiare. È difficile fare un’analisi da questo punto di vista. Siamo però consci delle nostre qualità e cercheremo di affrontare ogni partita al meglio per vincerla. Piuttosto la cosa strana di quest’anno è vedere la serie B a 21 squadre con una squadra che riposa ogni settimana”.