"Non c’è un avversario migliore di altri. E nemmeno peggiore. Quando ti giochi la «vita» c’è da soffrire e basta. Guardandosi dentro, cercando la scintilla, provando a raccogliere anche l’ultima goccia di energia nervosa. Il nemico più pericoloso sei tu. Specie quando ti chiami Bari e sei nato per vincere. Il futuro nelle tue mani, un pericolo in più in quell’infernale meccanismo di nome psicologia". Così La Gazzetta del Mezzogiorno presenta oggi la sfida playoff contro la Ternana.

Sezione: News / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 10:45
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print