Il pareggio senza reti tra Monopoli e Bari di ieri ha regalato poche emozioni. Anche se i biancorossi non sono stati pirotecnici come nelle altre gare, hanno creato pericoli alla difesa dei gabbiani. Molte delle azioni hanno avuto origine dalla mediana, dove agiva Mattia Maita, uno dei migliori tra i biancorossi.

In una partita molto intensa a centrocampo, l’ex Catanzaro si è fatto trovare pronto sia in fase di impostazione che di rottura. Durante i primi venti minuti, prima dell’uscita dal campo di Bianco, ha recuperato tanti palloni, chiudendo diverse linee di passaggio che potevano impensierire la difesa biancorossa.

Una volta entrato Lollo, invece, ha assunto un atteggiamento più offensivo, specialmente nel secondo tempo. Le sue incursioni palla al piede hanno impensierito la retroguardia biancoverde, che anche nel finale ha rischiato molto a causa di una sua azione personale.

Nel complesso, però, la prestazione di Maita rispecchia quella generale della squadra: fasi di grande esplosività alternati da momenti spenti, con qualche sbavatura in fase di possesso.

È difficile riuscire a disputare partite impeccabili se la squadra non gira al meglio. Maita, però, può ritenersi soddisfatto. Nonostante non sia arrivata la vittoria, la sua gara ha rispettato gli standard; il centrocampista siciliano è tra gli elementi che giocano con più continuità nel roster del Bari.

Sezione: News / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 20:30
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print