A conclusione del girone d'andata di Serie C, il portale TuttoC.com ha stilato la sua Top 11 relativa al Girone C. Per il Bari, secondo in classifica alle spalle della Reggina, da segnalare la presenza di Frattali ed Antenucci. Di seguito la formazione completa:

PORTIERE

Pierluigi Frattali (Bari): l'estremo difensore dei Galletti è stato a più riprese decisivo ai finire del risultato della squadra biancorossa. Ben otto volte con la porta inviolata, soprattutto nella prima parte di stagione ha tenuto a galla, con le sue parate, un Bari in difficoltà dal punto di vista del gioco.

DIFENSORI

Emerson Ramos Borges (Potenza): costanza di rendimento e un sinistro dotato di una qualità che si vede in giocatori decisamente più offensivi. Il brasiliano è uno dei baluardi del Potenza anche in questa stagione e lo ha dimostrato a suon di prestazione e anche con due splendidi gol.

Emanuele Suagher (Ternana): ha saltato le prime quattro gare di campionato, poi si è preso il posto da titolare e non lo ha più lasciato, giocandole tutte dal primo all'ultimo minuto. Roccioso, pratico, uno dei pilastri della Ternana di questa stagione.

Francesco Bertolo (Picerno): i lucani, da neopromossa, stanno vivendo un torneo non esattamente facile. Nel quale però spiccano alcuni elemento, tra i quali proprio Francesco Bertolo, spesso e volentieri nella nostra Top 11 per le sue prove grintose e la sua voglia di lottare.

CENTROCAMPISTI

Claudiu Micovschi (Avellino): una delle sorprese degli irpini, che hanno chiuso il 2019 con quattro vittorie consecutive. Micovschi è un ragazzo che si farà, ma in gran parte è già pronto. Tecnica, intelligenza tattica, voglia di stupire. Ormai un punto fermo per mister Capuano. Parlano anche i numeri: quattro gol e cinque assist nella sua prima mezza stagione tra i pro non sono certo inezie.

Mario Prezioso (Vibonese): un calciatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere. Non tira mai indietro la gamba, sempre nel vivo del gioco, coraggioso ma anche razionale. Non a caso in questa prima metà di stagione ha snocciolato ai compagni ben sette assist vincenti.

Antonio Zito (Casertana): a proposito di assist però il re è Antonio Zito della Casertana. Perché fin qui dai suoi piedi ne sono arrivati ben nove. Uno di quei calciatori che andrebbero clonati, per la capacità, con la sua tecnica, di risultare spesso decisivo anche quando non al meglio della condizione.

TREQUARTISTA

Francesco Bombagi (Teramo): uno dei fari del gioco di mister Tedino. Il trequartista arrivato da Pordenone si è subito calato nella sua nuova realtà. Sei reti e tanta qualità al servizio di una squadra che punta a crescere sempre di più.

ATTACCANTI

Simone Corazza (Reggina): di parole nei confronti di questo attaccante ne abbiamo spese pure troppe. I numeri parlano da soli: quattordici gol, praticamente tutti decisivi ai fini del risultato. È uno degli autentici trascinatori degli amaranto in questa splendida cavalcata.

Giuseppe Fella (Monopoli): stagione d'oro per l'attaccante biancoverde. Snocciola gol uno dietro l'altro, è punto focale della manovra della squadra e sembra proprio in stato di grazia. Non è un caso se i pugliesi si trovino nelle primissime posizioni della graduatoria.

Mirco Antenucci (Bari): c'era curiosità attorno a quello che sarebbe stato il campionato di Antenucci, arrivato a Bari direttamente dalla Serie A. L'attaccante non ha deluso, con tanti gol ma anche spirito di sacrificio ed esperienza al servizio della squadra.

ALLENATORE

Giuseppe Raffaele (Potenza): tanti tecnici si sono oltremodo distinti in questa prima metà di stagione e dispiace, come per la Top 11, tenerli fuori. Se però ne va scelto uno e uno solo, non possiamo non citare Giuseppe Raffaele, allenatore del Potenza. Non solo è riuscito a dare ad una squadra che ha mantenuto l'ossatura della scorsa stagione una marcia in più, ma la sta facendo navigare ben al di sopra di qualsiasi previsione della vigilia. Il secondo posto, ovviamente, non è un caso. Il Potenza ha dimostrato di avere compattezza, qualità, idee di gioco. 

Sezione: Serie C / Data: Mer 25 Dicembre 2019 alle 12:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print