A Fabio Petroni, proprietario del Trapani, non è andata giù la conferma dei due punti di penalizzazione da parte del Collegio di Garanzia del Coni, che hanno così confermato la retrocessione in C della compagine siciliana. Questo il suo commento alla Gazzetta dello Sport: "L’Alivision ritiene profondamente ingiusta la decisione e non lascerà nulla di intentato. Faremo ricorso al Tar e al Consiglio di Stato avverso un campionato falsato per una serie innumerevole di ragioni. La Alivision - si legge su tuttoc.com - comunque conferma il proprio impegno a continuare l’attività del Trapani in qualunque serie andrà a giocare".

Intanto nelle ultime ore è arrivata anche la beffa dalla segnalazione della CO.VI.SO.C, che ha causato il deferimento per responsabilità diretta della società al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare a causa delle azioni di Monica Pretti, all'epoca delegato e legale rappresentante pro-tempore, reo di aver violato i doveri di lealtà, probità e correttezza, per non aver depositato, entro il 30 giugno 2020, la situazione patrimoniale intermedia al 31/03/2020.

Sezione: Serie C / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 21:30
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print