Il Bari ritrova se stesso: gioco e gol, l'orchestra funziona. Ottimi segnali in vista della Turris

29.01.2019 12:00 di Andrea Dipalo   Vedi letture
Il Bari ritrova se stesso: gioco e gol, l'orchestra funziona. Ottimi segnali in vista della Turris

Una vittoria salutare. Il successo per 5-0 ottenuto contro la non irresistibile Igea Virtus Barcellona ha riportato il sereno in casa biancorossa dopo i recenti malumori, palesati da buona parte dell'ambiente dopo il passo falso nella trasferta di Cittanova, in cui il Bari ha assaporato per la prima volta l'amaro retrogusto della sconfitta

La cinquina rifilata ai malcapitati avversari ha rimesso in bella mostra tutte le migliori peculiarità della squadra di mister Cornacchini, tornata combattiva su ogni pallone e ordinata in fase di impostazione della manovra, finalmente fluida, corale, incisiva. Meriti al tecnico, per aver indovinato le scelte nonostante la settimana vissuta non sia stata delle più semplici e serene. Liguori e Quagliata, schierati entrambi dall'inizio, hanno ben ripagato la fiducia del mister. Al resto ci hanno pensato Floriano e Brienza, autentici trascinatori. A tratti, due fuoriclasse. 

Difesa imbattuta e... Simeri. Aver ritrovato compattezza nelle retrovie è un aspetto che farà di certo piacere a mister Cornacchini, che può ritenersi soddisfatto anche per il ritorno al gol di Simeri, a secco nelle ultime settimane. La rete del centravanti è arrivata nel finale a sancire un successo importante in vista dello scontro diretto contro la Turris di domenica prossima. 

I soliti noti. Al festival del gol si sono uniti anche Neglia e Di Cesare, i cui rendimenti continuano ad essere elevati. Specie in zona gol: cinque le reti del difensore, otto quelle dell'ex Siena. 

Un'orchestra tornata dunque ad intonare le sue migliori melodie. Un buon segnale in vista del rush finale.