Opinionista a DAZN ed ex calciatore di Brescia e Cagliari tra le altre, Alessandro Budel è intervenuto ai nostri microfoni per parlare del Bari. Ecco le sue parole: “Non sarà facile per il Bari dover ripartire con l’obbligo di vincere: spesso si costruisce la squadra per farlo ma da lì a riuscirci la strada è sempre complessa. Guardando alla stagione appena finita il rimpianto che il Bari potrebbe avere è il distacco troppo ampio in campionato dalla Reggina, magari condizionato dalla squadra fatta di tanti calciatori nuovi che hanno avuto bisogno di un po’ di tempo per adattarsi a differenza dei calabresi che avevano un progetto già avviato. La Serie C è complessa e credo che con l’ossatura attuale ed innesti di livello, le possibilità di salire si ampliano”.

Sulla gestione da parte dei De Laurentiis di Napoli e Bari, questo il pensiero di Budel: “Il Bari non può vivere nell’ombra di Napoli: una piazza così importante, anche in Eccellenza, merita di essere trattata da prima donna per la tradizione calcistica che possiede. Credo che col passare del tempo si troverà una soluzione che distaccherà le due realtà senza che Bari debba aspettare le decisioni da Napoli e ci sarà una pura autonomia per i biancorossi. Alla lunga, se dovesse esserci la sensazione di un Bari in secondo piano, la piazza potrebbe sollevare, giustamente, dei malumori”.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 10 agosto 2020 alle 18:00
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print