Come riportato dal corrieredellosport.it, emergono ulteriori novità sulla lettera minatoria e il proiettile arrivati nella sede dell'Inter ed indirizzati ad Antonio Conte. La notizia principale è che la lettera proviene da Firenze. Il tecnico ex Bari è stato messo sotto sorveglianza dalla Prefettura, che parallelamente sta continuando ad indagare per scoprire i fautori di questo gesto. Indiscrezioni confermano come la minaccia sia rivolta a tutta la famiglia del tecnico salentino, con annessi nomi e cognomi di tutti i familiari all'interno della lettera.

Il capo dell'antiterrorismo milanese, Alberto Nobili, ha sentito il tecnico dell'Inter e pare abbia escluso tutte le piste che non siano legate a questioni di tifo. Inizialmente si pensava potesse essere qualcuno disturbato dai suoi ottimi risultati con l'Inter, adesso prende quota, stando a quanto riportato, l'ipotesi di un attacco perpetrato da stessi tifosi nerazzurri per il passato juventino di Conte.

Sezione: Gli ex / Data: Gio 21 Novembre 2019 alle 17:00
Autore: Giovanni Fasano
Vedi letture
Print