Maiellaro promuove il Bari. L'ex fantasista biancorosso parla nel corso dell'intervista rilasciata oggi a La Gazzetta dello Sport della nuova primavera ottenuta con Vivarini: "Il suo arrivo è stato determinante. Lo dicono i fatti. Gli va dato atto di aver risvegliato diversi uomini. Fino a un mesetto fa sembravano morti, spenti sul piano mentale. Ora sono tutti forti, aggressivi al punto giusto, lottano su ogni pallone. Vivarini è stato molto bravo, se mai... Non sono proprio riuscito a capire le enormi problematiche accusate dal Bari in avvio di stagione. Non so, ipotizzo: è facile che Cornacchini si sia ritrovato in una situazione più grande di lui".

Cosa manca al Bari? Maiellaro risponde così: "Forse, un paio di piedi buoni a centrocampo. Qualcuno in grado di dettare una giocata illuminante. Mi piacerebbe vedere in biancorosso il giovane Gaetano del Napoli. Ho sentito una vocina. Chissà, a gennaio… certo, al ragazzo sarebbe utile vivere un’esperienza a Bari".

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 17 Ottobre 2019 alle 09:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print