Classe 1987 cresciuto nelle giovanili della JuventusDavide Lanzafame è stato uno dei calciatori più interessanti della sua generazione. Tanto da scomodare paragoni pesanti: negli ultimi anni si è ironizzato spesso sulla sua definizione quale nuovo CR7, definita dal calciatore "un'esagerazione fatta da Conte ai tempi del Bari".

In maglia biancorossa, però, Lanzafame è stato grande protagonista. Nella sua prima stagione in riva all'Adriatico, quella 2007-2008 con in panchina prima Materazzi e poi Conte, il giocatore riuscì a realizzare undici reti in trentotto partite, contribuendo alla salvezza della squadra. Tornato nel gennaio successivo dopo essere tornato alla Juventus, siglò altri due gol partecipando alla promozione in massima serie. 

Poi un lungo girare per l'Europa, senza riuscire a mantenere le aspettative di inizio carriera. Nel 2016 è volato in Ungheria, per vestire le maglie di Honved e Ferencvaros, mentre la scorsa estate si è spostato in Turchia fra le fila dell'Adana Demirspor.

Ed oggi, cosa fa Lanzafame? Il giocatore nella scorsa sessione invernale è tornato in Italia, per accasarsi in Serie B al Vicenza. Il suo debutto è stato più che positivo, avendo realizzato due gol in sette partite.

Sezione: Amarcord / Data: Gio 18 marzo 2021 alle 21:30
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print