Guido Angelozzi, adesso allo Spezia, è ricordato con piacere dai tifosi biancorossi come direttore sportivo del Bari durante la meravigliosa stagione fallimentare e non solo. Ai microfoni di TuttoBari.com, il dirigente si racconta tra passato, presente e futuro: "Come ho già avuto modo di rispondere anche in passato, non conosco direttamente la situazione del Bari. Però è certo che ha una proprietà molto importante e dei dirigenti estremamente competenti: il mio non può che essere un voto alto".

A domanda su aneddoti della sua esperienza barese, Angelozzi risponde: "Ce ne sono stati talmente tanti che non saprei sceglierne uno soltanto (ride, ndr)". E sui calciatori più forti mai avuti sotto la sua gestione, nel corso delle sue tante esperienze da dirigente, spiega: "Beh potrei dire Politano, Berardi, Sensi: tutti giocatori molto importanti. Però metto anche Amoruso che ho avuto all’inizio della carriera: si vedeva subito che era forte".

Infine, un desiderio per il futuro... "Ho in testa un obiettivo importante con lo Spezia: ci terrei molto a centrarlo...".

Sezione: Esclusive / Data: Ven 21 Giugno 2019 alle 22:00 / Fonte: intervista di Vito Longo
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print