Apolloni a TuttoBari: "Baraye, Còrapi, Scavone: vi racconto..."

20.06.2019 21:00 di Claudio Mele   Vedi letture
© foto di Giovanni Padovani
Apolloni a  TuttoBari: "Baraye, Còrapi, Scavone: vi racconto..."

Baraye, Scavone e Còrapi hanno in comune l'esperienza a Parma in serie C nella stagione 2016/2017. L'allenatore dei crociati era Luigi Apolloni, che abbiamo sentito in esclusiva, per farci raccontare le loro caratteristiche: "Baraye è un talento che non è riuscito ad esprimere tutte le sue qualità per le potenzialità che ha. Tante volte si fa trascinare dal suo carattere, ma ha un talento straordinario." A domanda se secondo lui in un ambiente come Bari questo talento possa esplodere, la risposta è chiara: "Sicuramente, perché è molto generoso e dà tanto. In un ambiente come Bari avrebbe gli stimoli giusti per crescere definitivamente e dare la svolta alla sua carriera, in quanto secondo me sta raccogliendo meno di quello che vale".

Parole al miele anche per Còrapi: "Lui è uno che all'interno di una squadra è essenziale. I tifosi stravederebbero per uno come lui. Si dà da fare, è molto generoso, un motorino a centrocampo. Può fare la mezzala o giocare davanti la difesa, ma ritengo che da mezzala incida di più per le sue qualità. Ha anche un bel tiro, e nonostante il fisico dà tutto quello che ha". Proprio l'aspetto fisico è, secondo Apolloni, il motivo per cui Còrapi non è riuscito a fare il salto di qualità in categorie superiori alla serie C: "Senza dubbio ha le qualità per giocare in serie B, ma è penalizzato dal fisico, non essendo molto alto. Nonostante ciò è una mezzala tra le più forti in circolazione. Ha fisico e tecnica, lavora moltissimo a livello aerobico. E' uno di quei giocatori che fa la differenza".

Un altro centrocampista di quella stagione era Scavone: "Manuel ha una capacità di saper leggere le situazioni, tenere il ritmo della partita che pochi hanno. Dà tanto alla squadra, anche a livello di gruppo: è un leader. Ha qualità morali e tecniche uniche, e soprattutto sa fare goal. Sarebbe la persona giusta per rilanciare il Bari".

Infine il mister non si è lasciato sfuggire un commento su quello che sarà il futuro per il club biancorosso: "Penso che, con una società importante e solida come quella dei De Laurentiis, il Bari tornerà presto in serie A, essendo una società con una tifoseria importante e soprattutto con una storia importante. Si può stare tranquilli".