Nativo di Cerignola, ma mai in biancorosso. Alla Reggina invece ha fatto grandi cose in carriera. Nicola Amoruso, ex attaccante fra le altre anche della Juve, è intervistato oggi dal Corriere del Mezzogiorno sulla sfida in programma lunedì al San Nicola. "Sono due piazze che meritano tanto, con tifoserie appassionate. Si fa fatica a vederle nelle zone basse del calcio. Allo stesso tempo sono contento perché parliamo di due società sane, con presidenti ambiziosi. De Laurentiis è da più tempo nel calcio, è una certezza. Ma anche Gallo ha dato uno scossone", rimarca.

Amoruso analizza... "La Reggina è partita bene, il Bari ha investito tanto e ha ottimi giocatori. Domenica ha avuto difficoltà, ma è stato bravo alla fine a vincere. Sono due club che anche in B farebbero la loro ottima figura".

Gli aneddoti su Bari e il Bari... "Ho molti ricordi delle mie trasferte a Bari. È una squadra che chiaramente, da buon pugliese, ho sempre seguito. C’era sempre una sensazione particolare perché arrivavo nella mia terra, vicino casa. D’altro canto è un club che ha militato tanti anni in A e non è un caso. Ci sono passati molti giocatori di livello. Penso per esempio a Platt, che ho conosciuto ai tempi della Sampdoria. E poi ho sempre apprezzato i suoi tifosi. Se sono stato mai vicino a giocare in biancorosso? Questo no. Non ce n’è mai stata la possibilità".

Sulle critiche che attualmente popolano il dibattito in Puglia... "È un po’ tutto esagerato, il campionato è appena iniziato, queste pressioni sono solo negative. Va bene la discussione, ma ci vuole calma".

Sezione: Gli ex / Data: Ven 13 settembre 2019 alle 08:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print