"Si presentano subito. Gli arcieri di fuoco di Gaetano Auteri. Prima D’Ursi, poi Marras, quindi Antenucci e nella ripresa, Candellone. Ovvero il vecchio allievo del tecnico siciliano, il furetto ex Livorno, l’eterno bomber che non smarrisce mai il vizio più dolce e l’ultimo arrivato in casa Bari". Così La Gazzetta dello Sport sulla vena del reparto offensivo biancorosso, ieri protagonista in Coppa Italia.

Sezione: News / Data: Gio 24 settembre 2020 alle 09:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print