Il direttore sportivo della Reggina, Massimo Taibi, ha parlato dell'emergenza coronavirus e della possibilità di continuazione del campionato: "Da persona di sport mi auguro si possa riprendere. Vorrà dire intanto che il virus è stato battuto e poi per completare la stagione in maniera regolare. Se si dovesse arrivare ad una soluzione a tavolino - afferma a Reggina Tv - certamente va preso in considerazione che si è giocato l'80% del campionato e quindi...secondo me il girone C è diverso da tutto il resto. In serie A mancano più gare e ci sono le Coppe, la serie B deve giocare ancora tante partite, i due gironi di serie C che sono quello A e B 11 gare, mentre da noi solo otto che in poco più di un mese possono essere disputate. Ma ci atteniamo a quello che decideranno. Se si comincia a metà maggio, speriamo, entro il 30 giugno riesci a concludere. Altrimenti, come dice il presidente della Ternana, in caso di stop definitivo, bisognerebbe premiare le squadre che hanno ottenuto fino al momento sul campo, le attuali posizioni in classifica. Percepisco posizioni diverse tra il presidente dell'Assocalciatori e gli stessi giocatori, è importante si decida tutti insieme".

Il dirigente ha poi voluto rispondere alla proposta lanciata dal tecnico del Catanzaro, Gaetano Auteri, su un mini torneo di fine stagione: "Gli è stata messa in mano una Ferrari - si legge su citynow.it - ma noi abbiamo un grande pilota, la differenza con il Catanzaro è tutta qui, perchè come organico con noi ed il Bari è una squadra forte. Impossibile la sua ipotesi del minitorneo, a me non piace nè come persona, nè come allenatore, non accetta la sconfitta".

Sezione: News / Data: Gio 26 Marzo 2020 alle 18:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print