Direttore di Sportitalia e di tuttomercatoweb.com, Michele Criscitiello è intervenuto ai nostri microfoni per parlare del mercato che attende il Bari. Ecco le sue parole: “Credo che i biancorossi debbano fare un mercato importante e non nei nomi perché abbiamo già visto la scorsa stagione che i tanti nomi non pesano. Secondo me la strategia attuata con alcune uscite è sbagliata, vedi Simeri: serve gente di categoria ed affamata e l’attaccante campano è un emblema per il Bari. Mandarlo via è paradossale soprattutto alla luce del rinnovo di contratto di alcuni mesi fa, dimostrazione che la società vive nell’incertezza”.

Criscitiello ha poi proseguito sul cammino in campionato: “Il Bari sta pagando tanto il fatto di avere il San Nicola vuoto e questo sta rallentando il percorso di crescita. L’anno scorso c’era la Reggina, quest’anno la Ternana e la mia paura è che si complichi ancora la strada per la Serie B. Con tutto il rispetto per le due compagini succitate il Bari per quanto ha investito e per i calciatori presi, molti secondo me di categoria superiore strapagati e forse era meglio prendere calciatori di Serie C, non può fare il terzo anno di C consecutivo soprattutto per gli investimenti del Presidente che forse sono stati sbagliati. La Serie C non è la A o la B e De Laurentiis se ne era già accorto il primo anno a Napoli quando spese tanto ma non vinse il campionato: mi auguro per il Bari che possa salire in B ma le scelte societarie, le scelte di mercato ed un rendimento di Auteri un pochino al di sotto stanno creando un po’ di confusione”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 07 gennaio 2021 alle 16:00
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print