Si apre domani un trittico di partite difficili per Antenucci e compagni, sempre alle prese alla rincorsa alla Ternana. Avversario dei biancorossi sarà il Teramo di mister Paci, squadra in leggera flessione dopo un ottimo inizio di stagione. Ai nostri microfoni è intervenuto il ds degli abruzzesi, Sandro Federico, per presentare la gara: "Sarà una partita apertissima come all'andata. Affrontiamo un avversario che ama giocare e noi con squadre di questo tipo riusciamo ad esprimere il nostro potenziale. Ritengo sarà una partita bella e godibile. Ad inizio stagione abbiamo fatto molto bene, ma poi paradossalmente abbiamo affrontato avversari con una classifica non ottimale che amano giocare con una grande fase difensiva e su campi non bellissimi. Inevitabilmente abbiamo avuto qualche difficoltà in più, anche con qualche episodio non favorevole. E' anche fisiologico dopo una prima parte di campionato molto buona e avendo una squadra con molti giovani. E' motivo d'orgoglio che gli addetti ai lavori dicano che il Teramo giochi bene a calcio. C'è tanto lavoro dietro, con giovani di proprietà ed un allenatore che viene dalla Serie D. La combinazione di questi fattori ci ha permesso di fare cose fin qui ottime".

Un commento sui biancorossi di Mister Auteri: "Il Bari con il suo allenatore ha un identità ed un gioco ben precisi. E' normale che in un campionato così complicato alcune volte può incontrare delle difficoltà, le stesse che abbiamo affrontato noi: avversari che si chiudono e non ti fanno giocare, campi non in perfette condizioni. Bari però deve al più presto uscire da questa categoria. Più si sale più queste difficoltà sono inferiori. Classifica? Il Bari e la Ternana hanno sicuramente qualcosa in più rispetto alle altre. Lo hanno dimostrato più volte. Tutte le altre lotteranno per il terzo playoff. Il valore dei due organici è nettamente superiore agli altri, anche per il budget a disposizione. E' complicato competere con loro. Il nostro obiettivo? Il terzo posto. Ci crediamo. Abbiamo avversari difficili, ma ce la vogliamo giocare e provarci fino alla fine per migliorare la nostra attuale posizione di classifica". 

Chiosa finale su Salim Diakite, giovane difensore francese che piace molto al Bari: "Di lui se ne sta occupando personalmente il presidente. Lui sa come meglio fare il bene del ragazzo e valorizzarne le sue qualità. L'abbiamo preso l'anno scorso dall'Agnonese, in Serie D, ed è esploso quest'anno. Posso confermare che c'è stato un interessamento costante della società Napoli, ma nulla di più. Anche il Sassuolo, il Monza e altre società sono vigili. Romairone? Ho avuto modo di parlare solo con Giuntoli (il ds del Napoli, ndr)".

Sezione: Esclusive / Data: Ven 29 gennaio 2021 alle 13:25
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print