In un campionato lungo e ostico come la Serie C, uno dei fattori che conta di più riguarda la condizione fisica della rosa. L’età dei componenti della squadra può influire sulle prestazioni atletiche, che talvolta si attenuano per i giocatori con un maggiore bagaglio d’esperienza.

Secondo i dati di transfermarkt.it, il Bari è il club del girone C ad avere la rosa più anziana. L’età media della squadra corrisponde a 28,5 anni. Forse non un caso.

Nell’ottica del rendimento di squadra, il club biancorosso ha avuto dei cali fisici quando ha dovuto disputare più partite nel giro di pochi giorni. È il caso del pareggio interno contro il Teramo e dell’ultima sconfitta contro la Ternana.

Di Cesare, Antenucci e Frattali vantano rispettivamente trentasette, trentasei e trentaquattro primavere. Anche Bianco, classe ’87, e Sabbione, ventottenne, possono essere considerati tra le colonne portanti del gruppo. Nei momenti difficili, grazie alle loro qualità tecniche e all'esperienza, hanno trascinato i galletti alla vittoria. Quest’anno, invece, a parte qualche squillo, proprio giocatori come Antenucci, Bianco e Sabbione stanno peccando di continuità.

Le guide del Bari, insomma, stanno iniziando ad avere dei pericolosi cali. Un problema notevole per un Bari che attende, da loro, l'aiuto per crederci ancora. Il ritorno dei galletti alla vittoria passa anche attraverso il recupero dei propri senatori, oggi un po' meno autoritari e performanti di prima.

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 20 novembre 2020 alle 19:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print