Nel corso dell'intervento di questa mattina a RadioBari, Scala ha parlato della sfida di domenica contro la Casertana"Ne ho parlato con ragazzi e mister: domenica è un crocevia importante. Se vinciamo dimostriamo una maturità pazzesca. E' una partita difficilissima, delle ultime cinque avevo detto che questa sarebbe stata la più difficile. Col Teramo senza l'incidente finale avevamo vinto. Loro hanno calciatori di categoria superiore, sulla partita secca loro possono tenere tranquillamente testa anche ad una squadra di B. E' come giocare con le prime della classe: hanno calciatori che non hanno nulla da invidiare alle prime 4-5 del campionato. L'ambiente sarà molto difficile, in un campo non bellissimo che non faciliterà il nostro modo di giocare: dobbiamo armarci di elmetto e sciabola".

Qualche giorno fa Scala ha completato il percorso per diventare diesse, nella sua classe anche Cassano: "Antonio lo conosco, condividiamo le volte in cui rientro a Genova. E' un ragazzo strepitoso dal mio punto di vista, di cuore, si sta bene con lui. E' molto intelligente e capisce di calcio. Abbiamo creato un bel gruppo con tutti quelli che hanno partecipato al corso: c'è stato il sacrificio di abbandonare la squadra per tre giorni alla settimana, ma è stata un'esperienza bella che si è conclusa con soddisfazione. La mia tesi? Sul ruolo di direttore sportivo, e ho raccontato le mie esperienze. Avevo già 8 anni di esperienza sul campo, c'era chi non aveva ancora lavorato. Ho avuto questa fortuna, e quindi ho potuto parlare di quello che ho visto in prima persona".

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 13 dicembre 2019 alle 10:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print