Intervenuto in conferenza stampa dopo la partita con il Potenza, il tecnico Vincenzo Vivarini ha detto la sua sull'incontro: "Io faccio i complimenti alla squadra, abbiamo preparato la gara nei minimi dettagli. Bisogna dare i giusti meriti al Potenza, è una formazione ben delinata che ci poteva mettere in difficoltà. Il loro gol è stato di grande qualità. Nel complesso abbiamo concesso poco, loro erano chiusi e trovare gli spazi non era facile".

Sul sostegno del pubblico: "Sono contento del loro sostegno, bisogna guardare il lavoro che hanno fatto i ragazzi e sostenerlo. Nel secondo tempo loro si sono messi quasi  uomo sui centrali difensivi, dovevamo fare un po' meglio".

Vivarini continua: "Oggi la cosa più difficile era aprire spazi nella fase difensiva e noi siamo stati bravi, eravamo concentrati e non abbiamo concesso ripartenze. Il primo tempo è stato straordinario, poi siamo calati".

Sugli episodi: "Noi siamo in credito con la fortuna, se parliamo di rigori si possono fischiare o non fischiare. Io non parlo mai, ma se vado indietro anche io ho da recriminare, penso ad Avellino. Si accetta tutto, pensando sempre a migliorarci".

Vivarini continua parlando delle sostituzioni: "I ragazzi stanno facendo veramente bene, noi non riusciamo a dare entusiasmo per quanto riguarda la classifica. Noi dobbiamo guardarla ad Aprile, ora bisogna pensare a noi. Per quanto riguarda chi è entrato, questo campionato è particolare anche per me che devo fare cinque cambi: chi subentra deve sentirsi un titolare. Awua e Costa hanno giocato bene, ma da tutti mi aspetto qualcosa in più".

Sul cambio di Antenucci: "Era arrivato al limite e Neglia sapeva difendere palla. Tutti sono utili, lo ripeto sempre".

Su Terrani: "Oggi poteva essere la sua partita per come loro erano schierati, lui ha fatto bene anche se poteva essere servito ancora meglio. Ha lavorato ottimamente anche in fase di non possesso".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 08 dicembre 2019 alle 20:30
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print