Catanzaro e Bari si affronteranno domenica in uno scontro verità per legittimare le proprie ambizioni di vertice. I biancorossi hanno bisogno dei tre punti per restare in scia della Ternana; i calabresi vogliono invece confermarsi nelle zone alte della classifica e superare l'esame 'San Nicola'. Per proiettarci alla sfida, è intervenuto ai nostri microfoni il ds dei giallorossi Massimo Cerri: "Arriviamo concentrati, consapevoli delle nostre qualità e possibilità. Sarà una partita che tutti vorrebbero giocare, se potessi scenderei in campo anch'io (ride, ndr). Giocare al San Nicola contro il Bari, in un momento positivo visto che veniamo da cinque risultati utili consecutivi, ci dà la giusta dose di autostima per disputare una partita intelligente".

Il Catanzaro è reduce da cinque risultati utili consecutivi, dopo la debacle con la Ternana (sconfitta per 5-1) e il pareggio per 1-1 con un Palermo in nove uomini. Cerri spiega come la sua squadra si è ripresa: "Siamo ripartiti dalle cose buone che avevamo fatto. E' pur vero che a Terni abbiamo perso malamente, ma nel primo tempo la partita è stata molto equilibrata con una grossa chance per noi di passare in vantaggio sull'1-1. Anche col Palermo avevamo condotto la partita fino agli ultimi istanti del match. Alcune cose buone dunque le abbiamo fatto. Facendo tesoro degli errori commessi abbiamo ricominciato, cercando di fare gruppo e compattandoci. Di conseguenza sono venuti i risultati oltre che le prestazioni".

Un commento sul Bari, tra le favorite alla vittoria finale del campionato: "Dover vincere a tutti i costi è sempre un peso. Però ritengo che siamo ancora all'inizio del campionato, non sarà un dentro-fuori. Il Bari in casa vuole vincere sempre, come noi. Sarà una partita da giocare con intelligenza da ambo le parti. Loro sono una squadra allestita bene e che gioca un buon calcio. Il reparto attaccanti è molto forte e nutrito, con tanta qualità. L'aspettativa loro era quella di vincere il campionato. Rispettare le aspettative crea grosse responsabilità, ma nessuno può dire che quello biancorosso non sia un ottimo gruppo".

Il Catanzaro ha affrontato recentemente sia che la Ternana che il Teramo, rispettivamente prima e seconda col Bari in classifica. Questo il giudizio di Cerri sulle due squadre: "La Ternana ha inserito giocatori che fanno un po' la differenza come Falletti e ha colmato alcune lacune allungando la rosa. In questo modo sta raccogliendo i frutti del lavoro della società dello scorso anno, perché sebbene Lucarelli sia un grande allenatore è la società che ha fatto un ottimo lavoro. Adesso è partita benissimo ed è in fiducia, meritando il primo posto. Il Teramo sviluppa un ottimo gioco, con giocatori forti che hanno vinto in carriera campionati. A differenza di Bari e Ternana ha forse una rosa più corta, ma con giovani attenzionati da squadre di categoria superiore".

Sezione: Esclusive / Data: Gio 26 novembre 2020 alle 13:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print