Gaetano Auteri non è soltanto un tecnico esperto e preparato, è soprattutto un fine motivatore, un allenatore in grado di ricavare il meglio da ogni singolo presente in rosa. Anche a Bari la ricetta del mister siciliano pare stia iniziando a dare i suoi frutti, seppur necessiti di tempo per riuscire a colmare le ultime imperfezioni rimaste, vedi fase difensiva e ripartenze. La sconfitta di Foggia ha in qualche modo rimesso in discussione la luna di miele tra il tecnico e la tifoseria, che chiede adesso alla squadra di non commettere errori, onde evitare spiacevoli sorprese. 

Auteri, da buon condottiero navigato, non teme la pressione di una piazza esigente come quella biancorossa, mai come quest’anno colma di aspettative nei riguardi di una stagione da non sbagliare. Ecco perché l’inciampo dello Zaccheria servirà ad unire maggiormente la squadra intorno al proprio allenatore, divenuto in breve tempo punto di riferimento di un gruppo con le pile scariche dopo l’infinita stagione conclusasi con la promozione sfumata in finale playoff

Tanti i giocatori rivitalizzati dall’ex mister del Matera, su tutti il centrocampista Mattia Maita, cresciuto esponenzialmente in questi mesi, dando prova di una serie di qualità mai totalmente espresse nelle precedenti annate, le quali l'hanno reso un vero totem in mezzo al campo, imprescindibile per gli ingranaggi della squadra. Tante doti per Auteri, allenatore, maestro, condottiero e comandante di una squadra che vuol vincere.

Sezione: Focus / Data: Sab 07 novembre 2020 alle 21:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print