La vittoria sul Picerno ha ridato sicurezza e fiducia a tutto l'ambiente biancorosso dopo il pizzico sconforto per il pari nel derby di Monopoli. Anche se buona parte del merito è però dovuto alla riduzione del margine dalla vetta della classifica da 8 a 6 punti. Tra le mura amiche il Bari sembra aver trovato la svolta definitiva, dopo l'inizio shock e il calo di novembre (due pareggi contro Vibonese e Teramo). Ieri è arrivata la quinta vittoria di fila al San Nicola, una striscia che non si vedeva da oltre un anno: dal 28 ottobre (Locri) al 12 dicembre 2018 (Troina).

Il rendimento interno è salito vertiginosamente. I galletti con Vivarini, al 21esimo risultato utile consecutivo, hanno conquistato 8 successi in 11 partite, affermandosi anche come il miglior attacco casalingo del campionato: 27 reti al pari del Catanzaro (che però ha una partita in più). Nelle ultime tre uscite casalinghe, inoltre, Frattali è riuscito a mantenere la porta inviolata, come accaduto lo scorso ottobre contro Cavese, Ternana e Catanzaro. 

Quello contro i lucani è stato il quarto 3-0 stagionale in favore dei biancorossi ma il primo al San Nicola. L'ultima volta risaliva proprio alla già citata sfida contro il Locri. Il Picerno è però l'ultima squadra capace di non incassare reti dal Bari in casa: 0-0 del 12 maggio nella Poule Scudetto.

Nel complesso i galletti sono andati a segno in campionato con 16 elementi differenti. Ieri si sono aggiunti alla lista Laribi e Scavone, reduci da lunghi digiuni. Il fantasista, arrivato a gennaio, non segnava in assoluto dai playoff di Serie B dello scorso giugno (3-0, Hellas Verona-Cittadella) mentre il centrocampista dal dicembre 2018 (1-1, Spezia-Lecce). Prosegue, invece, l'annata d'oro di Antenucci: alla 19esima rete in biancorosso, raggiunti Sciannimanico, Maniero e Orlando nella classifica all-time (45° posto). L'ex Spal va a in rete da tre partite consecutive ma non timbrava il cartellino su azione in casa dal 24 novembre contro il Teramo. 

Sospiro di sollievo per capitan Di Cesare, tornato in campo da titolare dopo 4 partite d'assenza. Accanto a lui l'onnipresente Sabbione, l'unico calciatore ad essere stato impiegato in tutte le partite stagionali, superato Perrotta, assente per squalifica.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 17 Febbraio 2020 alle 16:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print