Sorriderebbe D'Ursi. Nel toto-nomi per la panchina del Bari resta viva, anzi vivissima, la candidatura di Gaetano Auteri. Esperto, apprezzatissimo in categoria, sarebbe profilo all'altezza, oltre che tecnico ben conosciuto dal management biancorosso che lo aveva già sondato agli albori del proprio insediamento in Puglia.

Cosa c'entra D'Ursi in tutto questo è materia di almanacchi... e numeri. L'attaccante, prelevato un anno fa dal Catanzaro (via Napoli), resta in sospeso. Con Vivarini non ha sfondato, mentre proprio con Auteri ha disputato la miglior stagione della sua carriera. Tanti gol, e belle giocate in Calabria, due stagioni fa, proprio con il tecnico ritenuto l'alternativa principale nel caso la bilancia dovesse pendere dalla parte del cambiamento.

Non basta di certo questo a decretare la scelta di un allenatore. Mossa essenziale, e determinante. D'Ursi semplicemente attende, e spera. Con Vivarini la sua esperienza biancorossa potrebbe terminare dopo appena un anno. Facile pensare invece che con Auteri, l'attaccante (formalmente in prestito per ancora una stagione in biancorosso dal Napoli) possa davvero rilanciare la sua sfida.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 11 agosto 2020 alle 23:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print