Prima della Reggina c'è la Sicula Leonzio. E' stato lo slogan di punta trapelato dal quartier generale biancorosso nelle scorse ore. In effetti oggi il Bari, nella sfida contro i siciliani al San Nicola (recupero del turno non giocato prima di Natale), si giocherà una buona fetta di credibilità in vista del big match in programma domenica. Vincere l'unico risultato utile per pensare a quello in programma fra quattro giorni come un reale crocevia per i sogni di promozione diretta. E allora la sfida di questa sera assume un carattere certamente decisivo.

QUI BARI: La truppa di Vivarini ha accolto Laribi, fiore all'occhiello fin qui del mercato invernale. L'italo-tunisino ha classe e colpi: potrebbe anche essere gettato fin da subito nella mischia, anche se i tempi record suggeriscono la persistenza del rebus. Dovesse Vivarini affidarsi alla vecchia guardia, D'Ursi potrebbe anche maturare una posizione di vantaggio su Terrani, anche complici le gare ravvicinate. In difesa non ci sarà Di Cesare. Sabbione e Perrotta comporranno, dunque, la zona centrale della retroguardia, con Costa a sinistra e Berra (o Corsinelli?) sulla fascia destra. A centrocampo Maita sfida Scavone.

Bari (4-3-1-2): Frattali; Berra, Sabbione, Perrotta, Costa; Maita, Bianco, Schiavone; Laribi; Simeri, Antenucci.

QUI SICULA LEONZIO: Difesa a tre, centrocampo ricco, e due punte per i siciliani, a Bari per stupire e senza nulla da perdere.

Sicula Leonzio (3-5-2): Adamonis; Sosa, Bachini, Tafa; Parisi, Palermo, Bucolo, Maimone, Sabatino; Catania, Scardina.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 22 Gennaio 2020 alle 07:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print