La prossima trasferta, in quel di Bisceglie, non sarà certamente una partita come tutte le altre per Valerio Di Cesare. Il capitano biancorosso, proprio nel terzo derby pugliese della stagione, toccherà infatti quota 100 presenze con la maglia del galletto. Un traguardo davvero importante e meritato per il difensore romano che, poco più di un anno fa, scelse di ripartire da Bari per contribuire alla sua difficile risalita nel calcio che conta.

Difficoltà naturalmente messe già in preventivo e che, dopo l’assaggio offerto dalla serie D scorsa, si stanno ripresentando con forza anche nell’attuale serie C.

Di Cesare, avendo toccato con mano la terza serie nei sei mesi trascorsi a Parma, conosceva bene gli ostacoli che si sarebbero presto presentati. Tutti da affrontare con la decisione e la fermezza derivanti dal suo essere capitano di questa nuova squadra. Un ruolo peraltro molto ingombrante, poiché lasciato in eredità da un certo Ciccio Brienza. Ma Di Cesare, grazie ai suoi 36 anni, ha ormai le spalle larghe e vuole rispondere presente anche a questa ostica sfida. Lo ha già fatto nell’esordio di campionato a Lentini quando le sue parole, forti e chiare, fecero intuire i primi scricchiolii di un’annata da non sottovalutare. Fu un autentico rimprovero, con frasi assai dure ma quasi premonitori dell’attuale situazione in classifica.

Il resto è storia recente, con l’arrivo di Vivarini in panchina e la vetta in mano alla Reggina, avanti di ben otto lunghezze sul Bari. Ma la presenza costante di Di Cesare, anche al centro della difesa a tre, non è mai mancata. Improbabile rivedere quel difensore goleador autore di 7 gol nello scorso campionato, così come è impossibile pretendere prove impeccabili ogni domenica. La speranza di Di Cesare, identica a quella di tutti i tifosi baresi, è però quella di risalire presto la china, proprio come fece il suo Parma nel 2017. Chissà, magari iniziando a regalarsi un gol a Bisceglie, per festeggiare al meglio la sua tripla cifra di presenze in biancorosso.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 6 Novembre 2019 alle 20:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print