L'ex dirigente biancorosso Sean Sogliano è tornato a parlare di Cosmo Giancaspro, presidente che sotto la sua gestione ha portato il club al fallimento. L'ha fatto ai microfoni di Padovasport.tv, affermando: "A Bari sono stato due anni, è una città che vive per il calcio con una tifoseria calorosa che merita la Serie A. Nel momento cruciale della seconda stagione prendemmo una penalità che ci impedì di giocare in casa nei playoff con il Cittadella, togliendoci la possibilità di avere due risultati su tre: il 2-2 ci avrebbe consentito di passare il turno ed invece siamo andati a casa. È una cosa incomprensibile, chiunque avrebbe ipotecato anche la casa per impedire la penalizzazione, perché la promozione avrebbe rappresentato la salvezza del club".

Sogliano continua: "Il problema è che noi eravamo all'oscuro di tutto, il presidente non condivideva nulla, si chiudeva sempre nei suoi uffici"

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 13 Febbraio 2020 alle 12:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print