La gara di ieri pomeriggio tra Bari e Potenza era arbitrata dal signor Daniele Paterna, con assistenti i signori Basile e Di Giacinto. Il direttore di gara si è macchiato di alcuni errori gravi che hanno condizionato la gara.

Al quarto minuto del primo tempo Antenucci riceve palla da Terrani ed elude l'intervento difensivo del difensore lucano Giosa, che non può far altro che abbatterlo. L'arbitro lascia proseguire, ma il rigore era netto. Dopo tre minuti la scena si ripete: Antenucci serve sul dischetto dell'area di rigore Simeri che con un controllo a seguire si libera di Emerson. L'attaccante biancorosso cade in area e l'arbitro lascia proseguire tra le proteste dello stesso Simeri. Decisione dubbia, ma corretta in quanto l'ex Juve Stabia si lascia cadere.

E' regolare il gol di Simeri, visto che il recupero palla di Bianco su Silvestri del Potenza è pulito. Altrettanto pulito è l'intervento difensivo di Sabbione al 43esimo del primo tempo. Il difensore biancorosso perde palla al limite dell'area, lanciando Murano a rete. Con un grande intervento riesce però a togliergli palla, tra le proteste dei rossoblu che chiedevano fallo da rigore. In questo caso l'arbitro lascia giustamente correre.

E' però clamorosa la topica del direttore di gara al 92esimo, quando in area biancorossa Costa stoppa col braccio un lungo lancio di Emerson. L'arbitro tra l'incredulità dei lucani lascia correre, non fischiando il solare calcio di rigore.

Sezione: News / Data: Lun 09 dicembre 2019 alle 10:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print