Il 7 aprile 2018, esattamente due anni fa, al San Nicola andò in scena la sempre importante sfida Bari-Salernitana. La storica fratellanza tra le due tifoserie fu ampiamente rinnovata grazie a cori, striscioni ed applausi reciproci. Ma nessuno si sarebbe mai aspettato che quello stesso incontro, solo qualche mese più avanti, si sarebbe rivelato come l’ultimo gemellaggio disputato dai galletti in serie B.

Gli uomini di mister Grosso, reduci dal fondamentale blitz di Avellino ottenuto nel recupero della ventinovesima giornata, avevano voglia di confermare il quarto posto appena conquistato. Nonostante l’aria di festa sugli spalti, i biancorossi partirono subito forte. Dopo due tentativi velleitari di Nenè ed Improta, il Bari al ventunesimo minuto passò già in vantaggio. Liam Henderson, grazie anche ad una fortunosa deviazione dell’ex Minala, sbloccò la gara con un tiro-cross che colse di sorpresa il portiere granata e si infilò sotto la traversa.

Alla ripresa, però, i galletti non seppero ripetere il buon primo tempo disputato e, dagli sviluppi di un calcio d’angolo, la Salernitana pareggiò con il colpo di testa di Tuia. La partita si concluse così sull’1-1, ma restò l’amaro in bocca tra i galletti. L’occasione di portarsi a soli due punti dal secondo posto occupato dal Frosinone, sconfitto in contemporanea dal Parma e raggiunto dal Palermo, non fu infatti sfruttata.

Sezione: Amarcord / Data: Mar 07 aprile 2020 alle 22:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print