Aggrappati alla vetta

17.12.2017 08:30 di Andrea Dipalo   Vedi letture
Il direttore, Andrea Dipalo
Il direttore, Andrea Dipalo

La vittoria di Perugia ridona serenità ad un Bari apparso in flessione nelle ultime settimane salvo poi tirare fuori gli artigli nel momento forse più delicato della stagione. Una prova di carattere, specie nella ripresa, in cui i biancorossi non hanno smarrito la strada, trovando le rete del successo con Galano, già in gol nel primo tempo per il momentaneo 1-0 in favore del galletto. Che quasi subito si fa raggiungere, trovando però la forza per riprendere per capelli la gara con la rete del redivivo Nené, al primo sigillo in campionato.

Sorride Grosso, conscio di aver messo in cascina tre punti d'oro. Se la gode Galano, che in barba alla previsioni, sfodera una prestazione di sostanza. Ma il vero protagonista è stato Nenè, autore di una prova maiuscola a prescindere dal gol. Segnale che il brasiliano ci sta con la testa, nonostante le tantissime panchine. 

Secondo acuto fuori casa. A Perugia i ragazzi di mister Grosso sono riusciti a bissare l'unico successo in trasferta ottenuto sin qui, sul campo Novara. Questo dona spessore ad una vittoria che rilancia le ambizioni dei biancorossi, nuovamente secondi in classifica. 

Chiudere bene l'anno per ripartire lanciati in quello venturo. Giovedì al 'San Nicola' arriva il Parma, poi ci sarà la trasferta di Carpi. Due sfide non semplici ma che molto diranno sulle potenzialità di una squadra che, seppur con qualche battuta d'arresto, è sempre lì, aggrappata alla vetta. Che va difesa e mantenuta con lo stesso spirito visto al 'Curi' di Perugia. Uno spirito operaio, da provinciale. Ma è con questo tipo di atteggiamento che spesso si vincono le partite. Specie fuori casa. Avanti così.