Il Bari cresce ma non si ferma: DeLa ringrazia e rilancia la sfida. Con il brand che intanto vola...

16.05.2019 17:15 di Andrea Dipalo   Vedi letture
Il Bari cresce ma non si ferma: DeLa ringrazia e rilancia la sfida. Con il brand che intanto vola...

Società, dirigenza e staff tecnico, tutti uniti verso gli obiettivi prefissati. Questo, in sintesi, il messaggio lanciato stamane dal presidente Luigi De Laurentiis, protagonista in conferenza stampa insieme al club manager Matteo Scala e a mister Cornacchini.

Presente ma soprattutto futuro. Durante l'incontro non sono di certo mancati argomenti su cui disquisire: dalla vittoria del campionato alla prossima serie C, passando per la riconferma in toto dell'attuale staff tecnico e dirigenziale, ai ringraziamento ai tifosi, alle tante cose ancora da fare e migliorare per continuare a costruire un futuro che, stando alle premesse, potrebbe davvero sorridere all'intero movimento biancorosso.

Il numero uno è stato chiaro. In vista della prossima stagione, la proprietà ha intenzione di fare importanti investimenti per rinforzare la rosa da consegnare a mister Cornacchini, a cui sarà chiesto di bissare il recente successo. Impresa mica semplice, con il tecnico che si è però detto pronto nonostante le critiche, sviate e svilite da Luigi De Laurentiis, che ha invitato tutti a dare meno peso a queste situazioni. La mission è vincere, ma per farlo bisogna sapersi estraniare dagli umori di una piazza che, come tante altre, vive di umori spesso altalenanti. A prescindere dai risultati.

Un brand in costante crescita. Interessanti, seppur sommari, i passaggi in cui il presidente ha parlato - in termini entusiastici - della crescita e del successo che la società sta realizzando sotto il profilo gestionale e commerciale, due segmenti importanti dalla cui efficienza dipende poi la competitività della squadra e, di conseguenza, gli obiettivi. Sportivi ed economici. 

Col piede giusto. Dopo nemmeno un anno dal tragico fallimento, c'è di che essere sereni e ottimisti. Il coinvolgimento della proprietà è stato ed è totale, a discapito di qualche iniziale scetticismo. La volontà di far riemergere questo club è tangibile tanto quanto la voglia dei tifosi di riprendersi ciò che di colpo gli è stato scippato nove mesi fa.