Se c’è una cosa che Massimo Carrera continua a rammentare da quando ha occupato il posto sulla panchina del Bari, è la propensione dei suoi giocatori a commettere troppe ingenuità durante le partite. Quest’attitudine si è riversata sui dati delle espulsioni rimediate dai galletti nel corso della stagione, come quella di Manuel Marras nella sconfitta di ieri contro il Potenza.

La prima pesante sanzione del campionato risale alla gara d’andata contro il Monopoli. Alessio Sabbione fu allontanato dal campo per una doppia ammonizione rimediata in un quarto d’ora. Lo stesso numero diciassette commise una simile ingenuità nella gara contro la Vibonese, ma quella volta i due cartellini arrivarono in appena tre giri di lancette. In quel match, anche Adriano Montalto fu sanzionato a causa di ingenti proteste esternate dalla panchina, punite con due turni di squalifica.

Anche le espulsioni di Marco Perrotta e Daniel Semenzato sono costate caro al Bari, perché arrivate in due momenti fondamentali della stagione. Nel crocevia contro la Ternana, il numero tre biancorosso venne espulso a venticinque minuti dalla fine sul risultato di 2-1 per le fere, mettendo in difficoltà i compagni per una possibile rimonta. Indimenticabili, invece, le due ingenuità difensive commesse da Semenzato a Teramo, in un minuto, nella propria area di rigore, che portarono i galletti a subire il ribaltone degli abruzzesi.

Da quando Carrera ha preso il posto di Auteri, questa tendenza non è cambiata. Anzi, ciò di cui il tecnico lombardo si lamenta maggiormente - come rimarcato ieri - riguarda le espulsioni rimediate a causa di proteste. È il caso della doppia ammonizione di Raffaele Bianco a Catania, sanzionata con due giornate, allo stesso modo dell’espulsione diretta di Mattia Maita nel derby d’Apulia.

La ciliegina (amara) sulla torta è arrivata ieri: a partita ormai conclusa, Manuel Marras ha ottenuto il suo secondo cartellino giallo della partita. Adesso il Bari dovrà rinunciare al suo numero dieci nella difficile trasferta di Terni, mentre Carrera si augura che questa sia l’ultima imprudenza commessa da uno dei suoi uomini.

Sezione: Focus / Data: Lun 08 marzo 2021 alle 21:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print