Segnano tutti, ben diciassette marcatori diversi. Primo rigore sbagliato

18.03.2019 17:30 di Francesco Serrone   Vedi letture
Segnano tutti, ben diciassette marcatori diversi. Primo rigore sbagliato

Il ventesimo successo stagionale consente al Bari di mantenere invariato il distacco di undici punti dal secondo posto. Una gara a lungo in equilibrio che i biancorossi sono riusciti a sbloccare solamente nei minuti finali. Era già capitato nel corso del campionato con Palmese e Rotonda. Contro la Palmese, prossima avversaria degli uomini di Cornacchini, c'era voluto un guizzo di Mattera a due minuti dal termine per risolvere una gara altrettanto complessa. Ed anche col Rotonda c'era voluta una giocata di un difensore, Di Cesare, per portare a casa i tre punti.

Decisivi contro il Castrovillari sono stati gli ingressi della panchina. Il tocco sottomisura di Liguori ed il comodo piatto di Iadaresta hanno permesso di avere la meglio su un avversario abile a chiudere ogni varco a Floriano e compagni. A dir la verità il risultato sarebbe potuto cambiare diversi minuti prima visto il (dubbio) calcio di rigore ottenuto da Simeri, calciato fuori dallo stesso attaccante napoletano. Erano cinque anni che un calciatore del Bari non falliva un calcio di rigore. L'ultimo in ordine di tempo era stato Christian Galano, il 16 febbraio 2014, allo stadio Braglia contro il Modena (vinsero i padroni di casa per 4-0, ndr).

Con le marcature di Liguori e Hamlili sale a diciassette il numero di calciatori della rosa che sono riusciti ad andare in gol almeno una volta (il capocannoniere della squadra resta Floriano a quota 12 reti, ndr). Fatta eccezione per i portieri sono rimasti appena cinque giocatori che non sono ancora andati in rete: i giovani Bianchi, Turi, Quagliata e Aloisi e il centrocampista Feola (infortunato da diverse settimane).