Con il Picerno arriva la prima vittoria del Bari con Vivarini in panchina. Terzo successo esterno dei biancorossi che hanno la meglio sui rossoblù al Viviani grazie alla rete messa a segno da Simeri allo scadere della prima frazione. Il Bari raggiunge quota 11 punti al sesto posto, in attesa degli incontri di domani.

Di seguito le pagelle:

MARFELLA 6 Ordinaria amministrazione, dà sicurezza alla retroguardia. Rivedibile sulle rimesse da fondo campo;

DI CESARE 6.5 Dà sicurezza al reparto, svettando su tutti le palle aeree. Lascia il campo per problemi fisici;

SABBIONE 6 Attento in copertura sul suo diretto avversario. Prestazione sufficiente;

PERROTTA 6 Non sempre preciso palla al piede ma non commette errori di rilevante importanza;

KUPISZ 5.5 Perde qualche duello di troppo. Può e deve crescere per diventare un elemento importante dello scacchiere di Vivarini;

SCAVONE 5.5 Non è lo Scavone che il Bari vorrebbe. Lento, prevedibile, a volte riesce ad imporsi grazie al suo fisico;

BIANCO 6 Disputa una gara migliore rispetto alle precedenti, cercando di conferire maggior ordine alla mediana biancorossa;

HAMLILI 6 Si inserisce con costanza tra le maglie della difesa di casa. Nel primo tempo rimedia un giallo evitabile.

COSTA 6 Leggermente meglio rispetto alle precedenti uscite ma può fare di più;

ANTENUCCI 6 La traversa gli nega la prima gioia su azione. Spesso ingabbiato dalla retroguardia lucana;

SIMERI 6.5 La sua incornata vincente regala al Bari tre punti che rappresentano linfa vitale per l’ambiente;

BERRA 5.5 Soffre le avanzate del neo entrato Esposito sulla sua corsia;

AWUA 6 Il suo ingresso conferisce dinamismo al centrocampo;

FERRARI sv

CORSINELLI sv

TERRANI sv

VIVARINI 6 A Potenza raccoglie il primo successo della sua gestione. Il Bari può far molto di più, sia sul piano tecnico che di organizzazione tattica. Ma in cinque giorni difficile pretendere di più.

Sezione: Il Pagellone / Data: Sab 28 Settembre 2019 alle 23:00
Autore: Mario Caprioli
Vedi letture
Print