La vittoria a tavolino contro il Rieti ha permesso alla Reggina di mantenere immacolato il suo vantaggio di 8 punti sul Bari, rendendo ancor più difficoltosa la rimonta dei biancorossi. La squadra di Toscano sta assumendo sempre di più le sembianze di una schiacciasassi e - calendario alla mano - questa tendenza potrebbe addirittura amplificarsi da qui fino a Natale.

Se messo a confronto con quello del Bari, il calendario della Reggina è effettivamente più agevole. Esclusa l'ostica trasferta di Teramo tra due settimane, gli amaranto affronteranno squadre modeste, a partire da domenica prossima quando al Granillo arriverà il Rende. Successivamente la Reggina ospiterà in Calabria anche Viterbese e Virtus Francavilla, due squadre destinate a vivere un'annata a cavallo tra la colonna destra e quella sinistra della classifica. La Viterbese aveva cominciato la stagione nel modo giusto, riuscendo a strappare 3 punti anche al San Nicola, ma da diverse settimane è in evidente caduta libera. Neanche le trasferte pare possano aiutare le avversarie della Reggina: oltre a, come detto, la partita contro il Teramo, gli amaranto faranno visita alla Sicula Leonzio, squadra piuttosto performante nella gare casalinghe ma non abbastanza da poter mettere in difficoltà una corazzata come quella condotta da Toscano.

Non eccessivamente duro ma sicuramente più impervio il percorso che dovrà affrontare il Bari. A partire dal match contro il Teramo di Tedino, i biancorossi affronteranno una trasferta dura come quella contro la Casertana e uno scontro diretto in casa contro il Potenza. 6 punti obbligatori dovranno invece esser conquistati nella trasferta di Rende e nello scontro casalingo contro la Sicula Leonzio immediatamente successivo alle vacanze natalizie.

Il ruolino di marcia della Reggina è stato fino ad ora inappuntabile, da qui a Natale i calabresi potrebbero continuare a correre. Gli avversari saranno di livello tendenzialmente più basso e starà quindi al Bari cercare di non incappare in ulteriori scivoloni.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 20 Novembre 2019 alle 18:00
Autore: Giovanni Fasano
Vedi letture
Print