Una vittoria fondamentale, per il morale e per la classifica, quella dei galletti nel derby di ieri con il Bisceglie. Ma la prestazione dei biancorossi non è stata certo immune da errori, considerando anche lo spessore dell’avversario, che ha tenuto fuori dalla contesa numerosi titolari, tra squalifiche e scelte tecniche. Vediamo cosa ha funzionato, e quel che c’è da rivedere, tra le fila biancorosse, alla vigilia dei playoff.

CHI SALE – Finalmente è tornato decisivo Mirco Antenucci, di nuovo in gol su azione dopo 4 mesi. Suo anche l’assist per la rete di un’altra delle note liete, quell’Eugenio D’Ursi costante spina nel fianco della difesa avversaria. Inevitabile citare anche l’ottima prova di Mercurio, che nel quarto d’ora finale ha messo lo zampino nell’azione del definitivo vantaggio barese. Importante anche il recupero a pieno regime di Ciofani, dopo i guai fisici che ultimamente ne hanno condizionato la stagione.

CHI SCENDE – Pacchetto arretrato rivedibile, come troppo stesso capitato in stagione. Sabbione, Perrotta e Di Cesare non sono parsi irreprensibili, certamente in occasione della rete ospite, ed anche in un altro paio di circostanze nel corso della partita. Il portiere Marfella, all’esordio stagionale in campionato, non si è reso protagonista del suo miglior match, con alcune incertezze che avrebbero potuto essere fatali. Poche accelerazioni da Rolando, che, tuttavia, nell’unica sgommata della sua gara ha provocato l’espulsione di Pedrini. Non al top della condizione anche Cianci, sul cui impegno, però, non si può discutere.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 03 maggio 2021 alle 14:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print