Domani sera al 'Libero Liberato' di Terni andrà in scena uno scontro al vertice tra due delle principali squadre annoverate ad inizio anno alla promozione in Serie B. Il Bari è reduce dal pareggio contro la Cavese, mentre la Ternana ha impattato 0-0 contro il Catania. E' il momento più difficile della stagione delle fere, reduci da sei partite (cinque in campionato ed una in coppa) senza segnare che hanno compromesso ogni velleità di primo posto. E' però spesso capitato che nelle difficoltà le squadre avversarie si ritrovino contro il Bari, cosa che del resto è accaduta a parti inverse nel girone d'andata.

Un girone fa il Bari affrontava gli umbri, che allora erano la capolista del Girone C, in una gara chiave da non sbagliare. La squadra, affidata qualche settimana prima a Vivarini, dopo aver toccato il fondo con la partita di Francavilla, veniva dall'esaltante vittoria contro la Cavese, che aveva permesso di far tornare l'entusiasmo in casa biancorossa. La gara contro la Ternana era il giusto banco di prova per dimostrare a tutti che il Bari era vivo e vegeto. I galletti, al cospetto di un undici di grande esperienza e valore, sfoderavano una prestazione maiuscola, forse la migliore stagionale.

Dopo un primo tempo tattico ed equilibrato con un'occasione non sfruttata per parte, nella ripresa il Bari saliva in cattedra trascinato dai suoi leader. Prima Hamlili toglieva le ragnatele da sotto l'incrocio al termine di un' azione corale ed in seguito Sabbione segnava di testa su calcio d'angolo. La Ternana, annichilita, non riuscì a creare alcun pericolo alla porta di Frattali. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 25 Febbraio 2020 alle 23:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print