L’organico biancorosso che affronterà il campionato 2020/21 è prossimo al completamento. Il reparto offensivo, quasi interamente delineato con gli acquisti di Marras e Candellone, necessita di un ultimo innesto, a cui seguirà almeno una cessione. Il profilo cercato dal Bari è quello di un ariete d’area di rigore. I due giocatori entrati prepotentemente nei rumor di queste ore per quel ruolo sono Montalto e Cianci, nomi che sono stati accostati in maniera significativa al club.

Il primo, classe ’88, ha militato nella Cremonese fino alla scorsa stagione, realizzando solamente 3 gol e 1 assist. Tuttavia, analizzando complessivamente la sua carriera, spiccano le 29 reti segnate in 100 partite di Serie B. Montalto è, dunque, un attaccante da categorie superiori alla Serie C, nonostante abbia giocato anche in tutti i gironi di Lega Pro.

Cianci, invece, ha messo a referto 5 gol e 3 assist tra Teramo e Carpi nella scorsa stagione. È più giovane di otto anni rispetto al suo rivale. Non vanta la sua stessa esperienza ma, essendo nato a Bari, ha sempre manifestato la volontà di giocare coi galletti. Questo lo renderebbe un profilo più interessante sul piano delle motivazioni personali. Inoltre, è alto 1.95 m, quasi dieci centimetri in più di Montalto. Per il ruolo di torre offensiva, le sue caratteristiche sembrano essere le migliori, anche se il cremonese è avanti sul piano statistico.

C’è comunque uno scoglio. L’acquisto di uno di questi due giocatori potrebbe anche passare per la cessione di un altro centravanti. Antenucci è il fiore all’occhiello della squadra, per questo l’unica punta che può essere considerata cedibile oggi è Simeri. Il numero 9 è un beniamino della piazza biancorossa, e la sua partenza è tutt’altro che sicura, ma diverse squadre hanno sondato il terreno per acquistarlo, e il Bari potrebbe seriamente valutare quest'ipotesi.

Sezione: News / Data: Mer 23 settembre 2020 alle 11:30
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print