Un Bari imbarazzante mette in scena la peggior prestazione di una stagione fin qui orribile, collezionando la nona sconfitta in campionato e complicando ulteriormente il proprio cammino in vista dei playoff.

Perché, mentre i biancorossi, cadendo a Torre del Greco con un fragoroso 3-0, sembrano aver mollato la presa, nonostante il ritorno di Auteri, le altre corrono, ed insidiano persino il quarto posto dei galletti. Irraggiungibili, anche per la matematica, Avellino e Catanzaro, che si disputeranno all’ultima giornata seconda e terza piazza, il club dei De Laurentiis deve stare attento a non inciampare anche con il Bisceglie in casa.

Una sconfitta nel derby di domenica prossima, infatti, potrebbe portare Di Cesare e compagni addirittura a concludere il campionato sesti in classifica, in caso di vittoria delle due inseguitrici. Poche idee, sul campo, e molto confuse. Con una difesa non all’altezza, ed una squadra che è apparsa in completo disarmo.

Preso ingenuamente, in contropiede, il primo gol dei campani, i pugliesi sono scomparsi dal terreno di gioco, trascinandosi stancamente e senza alcuna vera reazione fino al 90’.

Peggio di così, insomma, non poteva cominciare l'Auteri-bis. Toccato il fondo, le scelte sono solo un paio. Affogare o risalire. Serve almeno un punto, tra una settimana, e degli spareggi giocati con uno spirito completamente diverso. Altrimenti, la sorte di questa compagine sarà segnata. Questi ragazzi devono dimostrare di tenere, prima che alla maglia, alla loro stessa dignità. Ora, o mai più.

Sezione: Copertina / Data: Dom 25 aprile 2021 alle 19:50
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print